Tagliando auto: ogni quanto va fatto.

Ogni quanto tempo, o km, devi fare il tagliando alla tua auto?

Negli ultimi anni, con l’ingresso di nuovi motori e tipi di olio utilizzati, si è creata parecchia confusione sul corretto intervallo di tempo, o di chilometri, tra un tagliando ed un altro.

Vai dal meccanico e ti dice: “Devi fare il tagliando ogni 15000 km” e nella tua testa pensi “Questo vuole che passi a trovarlo più spesso”.

Guardi cosa dice il tuo computer di bordo e ti segna: “Puoi fare 30000 km” e pensi “Qui carta canta, di lui mi fido!”.

Guardi il libretto di uso e manutenzione e c’è scritto : ” … ..  … “.

Distrutto pensi di trovare conforto dal concessionario e: “Allora per il suo chilometraggio è previsto… Però abbiamo visto che questo, quello e quell’altro non andavano bene.. sono $$$$$$ Grazie”.

Ok, ora che ci siamo fatti il quadro generale di cosa ti si propone alla tua domanda “Quando devo fare il tagliando” cancelliamo tutto e partiamo da zero.

tagliando

I parametri da sapere per quando fare il tagliando.

L’intervallo, tra un tagliando ed un altro, è dato da due due valori che lavorano assieme:

  1. I chilometri che hai percorso con la tua auto.
  2. Il tempo che è trascorso dall’ultima volta che hai fatto il check up e sostituito olio e filtri.

Questi valori dipendono soprattutto dal tipo di olio motore utilizzato.

Per semplificare (parecchio, dato che per ogni motore vengono richieste delle specifiche sue) diremo che esistono due tipi di olio:

  • un tipo di olio “normale”. E’ adatto per auto che hanno già qualche anno e va sostituito solitamente sui 15/20000 km o 1 anno.
  • un tipo di olio longlife (a lunga durata). E’ utilizzato su auto più recenti e gli attribuiscono una durata di 30000 km o 2 anni.

Devi sapere che su alcune vetture, provviste di filtro antiparticolato, è presente all’interno della coppa dell’olio un sensore di qualità del lubrificante. Questo sensore deve segnalarti, con una spia , se l’olio motore è stato intossicato (solitamente dal gasolio). Non rispettando le specifiche richieste per una corretta lubrificazione ti viene richiesto un cambio dell’olio e quindi una manutenzione anticipata.

Consigli importanti per il tagliando.

Prima ti ho parlato di come vengono calcolati gli intervalli per il tuo tagliando.

Tutto questo però è dato da valori prestabiliti. E’ come dire: a 20 anni finisci la scuola, a 40 anni hai i capelli bianchi e a 60 sei in pensione. Ma non è detto che questo valga per tutti.

L’unica cosa che viene in contro, e che ti offre un controllo ulteriore, è il sensore di qualità dell’olio di cui ti parlavo prima (ma non tutte le auto lo montano). Sappi comunque che, se l’ hanno installato, è perchè qualche problema c’è! E quindi per quale motivo mi dicono che posso fare due anni o 30000 km se poi mi mettono un sensore che ogni 10000 km mi dice che devo cambiare l’olio?

Il motivo è semplice: non tutti utilizziamo l’auto allo stesso modo, o abbiamo lo stesso stile di guida, e quindi gli intervalli di manutenzione che ci dà la casa auto non sono universali.

Per mia esperienza personale sostituire l’olio ogni due anni è troppo, mi capita spesso di vedere guasti a turbine, alberi o organi interni al motore grippati, dovuti ad una cattiva lubrificazione.

Rispettare i 30000 km può andar bene ad un rappresentante che te li fa in 6 mesi, ma non alla signora che percorre ogni giorno 1 km per andare e tornare dal lavoro.

Quindi per chiudere il discorso:

Rispetta i chilometri, tieni controllato il corretto livello dell’olio ma tienilo sostituito almeno una volta all’anno.

Per finire, se hai letto questo articolo non puoi non leggere il nostro manuale per la manutenzione!

Lo trovi a questo link!

Ora tocca a te! Buon tagliando!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.