Filtro antipolline : A cosa serve e che differenza c’è tra un filtro normale e a carboni attivi.

di | 30/10/2015

Filtro antipollineA cosa serve un filtro antipolline?

Qui di fianco ti ho messo un grafico dell’andamento negli ultimi anni per le ricerche della parola “sinusite”. Se ti vuoi divertire anche te a fare queste ricerche devi andare su Google Trends.

Perché ti ho messo questa ricerca? Uno perché io ce l’ho cronica (ma chissene frega) e due per farti vedere l’aumento che c’è stato negli ultimi anni.

Quando ho chiesto la motivazione di questo sintomo al mio dottore la risposta è stata quasi ovvia: “Sei a contatto tutti i giorni con polveri e sporcizia, il corpo per difendersi reagisce in questo modo”.

Ora hai capito perché ti ho postato il grafico?

Il filtro antipolline serve a questo: limitare la tua assunzione giornaliera, almeno mentre sei in auto, della porcheria che si respira.

Il filtro antipolline ha iniziato ad essere installato di serie negli ultimi anni. Inizialmente veniva montato su auto di classe elevata, per poi diffondersi pian piano su tutto il parco auto.

Il suo sviluppo è dovuto a due motivi principali:

  • Il montaggio di serie su quasi tutte le auto dotate di impianto di climatizzazione.
  • La maggiore attenzione sul tema dell’inquinamento.

5

Il funzionamento del filtro antipolline consiste nel filtrare l’aria che dall’esterno entra nell’abitacolo. E’ posizionato a monte o a valle dell’impianto di ventilazione interna dell’abitacolo.

Quando devi sostituire il filtro antipolline presta sempre attenzione al senso indicato dalle frecce disegnate sul filtro. Queste hanno il compito di segnalarti la giusta posizione del filtro. Le frecce devono ovviamente seguire il flusso dell’aria, che dall’esterno entra nell’abitacolo.

Che differenza c’è tra un filtro antipolline di carta e un filtro carboni attivi.

Esistono due tipi di filtro antipolline che, oltre al prezzo, hanno anche altre caratteristiche che li differenzia.

  • Filtro antipolline base o “di carta”.

Il filtro è di colore bianco e leggero. Trattiene la maggior parte delle polveri e delle impurità presenti nell’aria.

  • Filtro carboni attivi.

Il filtro è di colore grigio scuro e più pesante rispetto al modello base. Ha un costo più alto; può avere una maggiorazione di prezzo che va mediamente dal 30% al 100% in più (ovviamente dipende dal tipo di auto e dalla grandezza del filtro).

Il filtro carboni attivi è composto da una prima parte filtrante che è simile al modello base e una seconda che, come dice il nome, è formata da carboni attivi.

Questi carboni hanno la capacità di trattenere gas nocivi come l’ozono e l’ossido di carbonio.

Ultima caratteristica differenziante è la possibilità di limitare il proliferare dei batteri, e di conseguenza anche dei cattivi odori, grazie ad alla sua azione chimica.

Ogni quanto va sostituito il filtro antipolline.

Il filtro antipolline deve essere sostituito almeno una volta all’anno o ogni 15000 km. Questo ti può prevenire spiacevoli inconvenienti, come:

  • Poca aria all’uscita delle bocchette di aerazione, dovuto all’intasamento del filtro.
  • Cattivi odori nell’abitacolo.
  • Azione di “purificazione” dell’aria non efficiente.
  • Appannamento dei vetri.

Ovviamente, come ti dico sempre, ti ho dato dei parametri standard di sostituzione; è compito del tuo buonsenso sapere quando sostituirlo, sia per il tipo di strada che percorri, sia per il periodo in cui ti trovi.

Una raccomandazione che ti faccio è di non soffiare o lavare il filtro, come ho letto in alcuni forum! Non serve a una beata mazza! Hai mai visto qualcuno lavarsi il fazzoletto di carta per poterlo riutilizzare? Io no!

Ultima cosa, se non sei ancora del tutto convinto della sua importanza. Il tasso di inquinamento all’interno dell’abitacolo, senza una corretta filtrazione, può essere di 5 volte superiore rispetto all’esterno! Pensaci, magari quando stai andando in vacanza e ti trovi sotto al tunnel con davanti un camion di 40 anni.

Bene, per oggi direi che ho lavorato abbastanza 😉

Ora tocca a te mettere mano alla tua auto!

Kevin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.